Lutto nel motociclismo cuneese

Pubblicato: aprile 8, 2020 da dariomalabocchia in Uncategorized

E’ scomparso il nostro socio, pilota Supermoto, Enrico Veglia

La sera di martedì sette aprile il cuore del maglianese Enrico Veglia, non ancora trentottenne (avrebbe compiuto gli anni a giugno), pilota delle Supermoto, ha cessato di battere.

Enrico Veglila insieme ai suoi familiari

L’ho conosciuto una dozzina di anni or sono, quando si presentò al Moto Club per richiedere la licenza di conduttore, insieme all’inseparabile amico Mauro Cucchietti. Negli anni ha ottenuto numerosi piazzamenti e qualche bella vittoria, distinguendosi sia a livello interregionale, che a livello nazionale.

Enrico Veglia insieme all’inseparabile Mauro Cucchietti

Ultimo brillante risultato la vittoria conseguita lo scorso mese di maggio sul Circuito Internazionale di Busca, dove si impose con una bella doppietta nella classe S4, dopo la visita ed il terribile verdetto dei medici.

Enrico Veglia in azione

Enrico era consapevole del male che lo aveva colpito, ma ha continuato a lottare come un leone fino all’ultimo, confidando di riuscire a sconfiggerlo, ma non vi è stato nulla da fare.

Residente a Magliano Alpi, lavorava nell’azienda di famiglia, la Carpenterie F.lli Veglia di Carrù. Lo ricordo come persona molto allegra, cordiale, disponibile e sempre con il sorriso sulle labbra.

Enrico Veglia, a destra, con Cucchietti e Pisarra

Lascia la moglie Annalisa De Filippi ed i giovani figli Davide ed Isabella, rispettivamente di tre e sei anni.

Purtroppo l’attuale situazione sanitaria ci impedisce di essere presenti al rito funebre, ma gli siamo tutti vicini con il pensiero, non mi resta che porgere ai familiari sentite condoglianze, a nome mio e di tutti i soci del Moto Club.

Dario Malabocchia

 

La Black Racing Squadra Corse si prepara per la nuova stagione

Pubblicato: marzo 6, 2020 da dariomalabocchia in Uncategorized

Test positivi sul circuito portoghese di Portimao per i piloti del team cuneese

Portimao (Portogallo), marzo 2020. Nonostante l’attuale situazione sanitaria, che fino all’ultimo ha messo a rischio la partenza, i piloti della squadra cuneese, tutti affiliati al Moto Club Drivers Cuneo, sono riusciti a portare a termine i winter test effettuati sul prestigioso circuito portoghese De Algarve, in vista dell’inizio della Stagione agonistiche che sta per iniziare.

Assente il toscano Gabriele Cottini, la squadra diretta da Simone Barale è riuscita a far scendere in pista il neo acquisto Marco Cottone di Manta ed il reggiano Stefano Boselli.

I piloti del team cuneese schierati a Portimao

“Un primo importante test, siamo già al livello di fine 2019 e la moto è perfetta – ha detto Boselli al termine della due giorni” mentre il compagno di squadra Cottone ha dichiarato “Dopo questo test ho iniziato a raccogliere sensazioni importanti per questa nuova avventura con la Black Racing, con la quale mi sono trovato a mio agio fin da subito”.

Presenti in pista anche i tester della squadra Thomas Mattioli, Davide Pezzi e Luca Bonini che hanno inanellato una serie di turni, utili per lo sviluppo delle moto in chiave 2020.

Confermata quindi la presenza nella Coppa Italia di Velocità per i piloti ufficiali Cottone, Boselli e Cottini, impegnati nella Pirelli CUP sia 600 che 1000, mentre il team manager Simone Barale sarà al via non più come wild card, ma come pilota ufficiale del Time Attack Series Italia con la BMW M Performance, forte del nuovo motore 3 litri da 300 Cv.

Pronti a scendere in pista

Un grazie va agli sponsor che anche per il 2020 supporteranno la squadra: Poppi Clementino S.p.A., Lodovichi S.p.A., Istituto Ottico Boselli, OMEC Costruzioni Meccaniche, TOP Serramenti, Magazzini Edili Tontine, Tipolito Martini S.r.l., S.I.C.E, CTM S.r.l., Proforma Consulting, CLM Impianti Elettrici, Cubar Srl,  Isaema Solution, Legatoria Europa, LM Consulting, ERRE.GI Srl, Autotrasporti Ghibaudo Claudio, Marco Fiorini, Panetteria D’Angelo, CME, Eurofluid, Moss S.r.l., Distribuzioni Grafiche Fantino e un grazie, per il supporto, ai partner tecnici Penny Racing Service, Sarres’s Garage, AM Riparazioni, Lorenzo Favole Ecu-Tech, Magigas, Publitalia, Vircos, Cappello Alpino, Spider, Elf.

 

diemme

 

 

Nel corso della serata è stata pure effettuata la premiazione di sponsor, ospiti e conduttori

Venerdì 29 novembre soci, piloti e simpatizzanti del moto Club Drivers Cuneo si sono riuniti presso l’Agriturismo “La Bottera” di Riforano, per l’Assemblea Generale dei Soci che, ha visto confermare in blocco il Consiglio Direttivo con Enzo Chiapello Presidente, assente giustificato, Gianluigi “Gerry” Meinero suo Vice, Dario Malabocchia Segretario ed i consiglieri Mauro Garino e Michele Viviano, ai quali si è aggiunta la new entry Alberto Barale come consigliere.

Foto di gruppo dei velocisti – Antofoto

Nel corso della serata ha anche trovato spazio la tradizionale cena sociale, con la premiazione dei conduttori che si sono maggiormente distinti in campo regionale e nazionale.

Tra questi spiccano le due giovanissime velociste Arianna Barale e Francesca Cagna, con la prima che prenderà parte nel 2020 al CIV Pre Moto3 ed Umberto Chiarena, che ha esordito con le miniGP.

Rappresentanti e simpatizzanti moto d’epoca – Antofoto

Sempre per la velocità Ivano Magnano si è aggiudicato il Trofeo Dunlop 1.000, Massimiliano Palladino è stato terzo nella Race Attack 1.000 mentre Antonio Panella ha concluso in settima posizione il Trofeo Dunlop Cup della 600, Stefano Boselli terzo nella Diablo Cup 600, Lorenzo Renaudo sesto nella Pirelli Diablo Rosso. Nel Campionato Italiano delle gare in Salita Ezio Musso  ed Alessandro Renzo Carletto si sono piazzati rispettivamente quarto e quinto nella Naked, nonchè 2° e 4° nella Crono Climber.

I protagonisti delle Supermoto – Antofoto

Per le Supermoto Mauro Cucchietti, Campione Regionale S5, ha sfiorato il titolo italiano della classe S5, dove si è piazzato secondo mentre Livio Landolfi ha chiuso 11° e 4° nelle stesse categorie ed francese Kevin Negri, campione regionale della S1,  quello della classe S2, che lo ha visto terzo. Presenti anche i transalpini Enzo Pulisciano, vincitore del Regionale S3 e Rapahel Seilhan, giunto alle sue spalle,  mentre Fabrizio Carlino, Federico Quaglia e Giuseppe D’Agostaro si sono ben piazzati nel Supermoto Italian Trophy.

Simone Roasio ha chiuso il Campionato Regionale di Motocross della classe Expert MX1 in seconda posizione, piazzandosi undicesimo nell’Italiano della stessa categoria.

Arianna Barale, Umberto Chiarena e Francesca Cagna – Antofoto

Riconoscimenti sono andati anche ad Osvaldo Marengo, storico Presidente del Moto Club Provincia Granda di Vottignasco ed a tre personaggi del mondo delle moto d’epoca: il torinese Gianni Dalla Villa ed i modenesi Piero e Gianni Lotti, oltre a chi ha tenuto alti i colori del club cuneese nel mototurismo: Angelo e Nicoletta Angelucci e Fabrizio Valle.

Una della tavolate – Antofoto

Il Vice Presidente Gerry Meinero, sua moglie Rosanna, Mauro Garino, la consorte Barbara e Beppe Milano sono stati presenti alle rievocazioni per moto d’Epoca svoltesi sia in Italia che all’estero. Sempre per le moto d’epoca si sono distinti Marco Lovera e Pietro Mario Salusso, che hanno preso parte ai campionati italiani.

Naturalmente non sono stati dimenticati i partner che hanno supportato il club cuneese nel corso della stagione agonistica: Faxiflora, La Boutique del Mobile, OCS, Toyota Fuji Auto, Auto Mattiauda, Massa’s Brothers Service, Studio AMD, CTE Energy, La Maison, Carpenterie F.lli Veglia e Nuova M2 Racing.

 

diemme

 

 

Il luogo di ritrovo è l’Azienda Agrituristica  La Bottera di Riforano, dove verranno premiati i piloti

E’ consuetudine, per il Moto Club Drivers Cuneo, radunare i propri soci al termine della stagione agonistica, per l’Assemblea Generale, nel corso della quale verranno assegnate le cariche del Consiglio Direttivo.

Il luogo prescelto per l’Assemblea Generale, cui farà seguito la tradizionale cena sociale e la premiazione dei conduttori che si sono maggiormente distinti nel corso della stagione agonistica che si è appena conclusa, è nuovamente l’Azienda Agrituristica “La Bottera” di Riforano – Morozzo.

Francesca Cagna ed Arianna Barale premiate da Bianchi e Lavado

Un ringraziamento va ai partner che hanno supportato il club cuneese: Faxiflora, La Boutique del Mobile, OCS, Toyota Fuji Auto, Auto Mattiauda, Massa’s Brothers Service, CTE Energy, La Maison e Nuova M2 Racing.

L’appuntamento, al quale potranno intervenire anche ai simpatizzanti del club cuneese, è previsto per venerdì 29 novembre alle ore 20,30.

Chiunque voglia essere presente, è pregato di mettersi in contatto con il segretario al 328.8770019, mail info@mcdriverscuneo.com.

diemme

 

Ottava posizione nella classe Open 2T per il buschese Marco Lovera

Pubblicato: ottobre 21, 2019 da dariomalabocchia in Uncategorized

L’ultima gara del Campionato Italiano si è disputata sul circuito di Misano Adriatico

Il Misano World Circuit Marco Simoncelli ha ospitato la quinta ed ultima prova del Campionato Italiano Gruppo 5 Velocità d’Epoca, che ha visto scendere in pista anche il buschese del Moto Club Drivers Cuneo Marco Lovera, impegnato nella classe Open 2 tempi.

Nelle prove libere e nelle qualifiche disputate al venerdì ed al sabato, la moto di Lovera ha avuto alcuni problemi che hanno relegato il conduttore buschese alla ventitreesima piazza.

Marco Lovera, in sella alla Yamaha TZ 250

In gara la Yamaha 250 2 tempi di Lovera ha funzionato perfettamente, così il centauro cuneese ha concluso la sua gara in quattordicesima posizione.

Dopo le gare disputate sulle pista di Varano de’ Melegari (PR), Vallelunga (RM), Magione (PG), Adria (RO) a Misano Adriatico (RN), Matteo Bisacchi (Honda – M.C. Città di Cesena) si è laureato campione italiano della classe Open 2 tempi, seguito da Andrea Anichini (Yamaha – M.C. Evandro Viti Volterra) e da Paolo Franchi (Suzuki – M.C. Akira 1998). Marco Lovera (Yamaha – M.C. Drivers Cuneo) ha chiuso il campionato con una buona ottava posizione assoluta, lasciandosi alle spalle il saviglianese Adriano Marino (Honda – M.C. 100 torri Alba).

“Sono soddisfatto del risultato conquistato in campionato – ha esclamato Marco Lovera -. La Yamaha 250 TZ GP preparata dal genovese Claudio Cipriani, mi ha sempre portato al traguardo, permettendomi di divertirmi e di realizzare il mio sogno”.

diemme

Concluso a Pomposa il Supermoto Italian Trophy

Pubblicato: ottobre 21, 2019 da dariomalabocchia in Uncategorized

Discreti piazzamenti per i cuneesi Quaglia, Carlino, D’Agostaro e Giordana

Si è disputata a Pomposa, in Provincia di Ferrara, dopo le cinque gare disputate in precedenza, la finalissima del Supermoto italian Trophy, al quale hanno preso parte anche Fabrizio Carlino e Giuseppe D’Agostaro, piloti del Moto Drivers Cuneo.

In una bella giornata di sole il folto pubblico presente ha assistito a gare molto spettacolari, che hanno visto assegnare i titoli nazionali e quelli del Trofeo SM2 Ovest, al quale erano iscritti i cuneesi.

Fabrizio Carlino in azione

I conduttori locali e quelli residenti nelle regioni limitrofe conoscevano perfettamente il terreno di gara mentre i “nostri” affrontavano per la prima volta la scivolosa pista ferrarese, per cui il cuneese Fabrizio Carlino non è riuscito ad entrare nella categoria “A”, dovendosi accontentare di chiudere quindicesimo nella SM2 “B”, mentre il fossanese Giuseppe D’Agostaro si  è piazzato quattordicesimo nella SM2 “C”. Assente per infortunio l’altro cuneese Federico Quaglia, il quale non ha potuto difendere la terza posizione che deteneva in campionato.

Giuseppe D’Agostaro

La classifica assoluta della Classe SM2, che considera i piloti di tutte le regioni, vede Fabrizio Lamonarca chiudere in prima posizione mentre Federico Quaglia, primo dei cuneesi, ha chiuso il campionato in dodicesima posizione, seguito dai compagni di club Fabrizio Carlino, diciottesimo, Giuseppe D’Agostaro trentaduesimo e dallo sfortunato Roberto Giordana, che ha subito un grave infortunio a metà campionato, in  cinquantaseiesima posizione.

Il Trofeo Nord Italia della classe SM2 Ovest è andato allo stesso Fabrizio Lamonarca mentre Federico Quaglia, con due gare in meno, è purtroppo scivolato in sesta posizione. Carlino ha concluso in ottava posizione mentre D’Agostaro è stato tredicesimo e Giordana venticinquesimo.

Nella speciale classifica della SM2 Over, che ha visto vincitore Roberto Zanoletti, Carlino ha concluso quarto, seguito da D’Agostaro, quinto, e da Giordana nono.

“Abbiamo pagato la scarsa conoscenza della pista – ha riferito Fabrizio Carlino -. I piloti più vicini conoscevano la pista a memoria, perché vengono spesso a provare mentre noi siamo scesi a Pomposa per la prima volta. In futuro vedremo di provare prima le piste che non conosciamo, per cercare di contrastare i piloti della zona, che sono molto forti”.

Dario Malabocchia

Il trinitese Mauro Cucchietti, 9° e 10° nelle due manche, è stato il migliore dei piemontesi

Pomposa (FE), 13 ottobre. Quindici sono state le squadre iscritte al Trofeo delle Regioni di Supermoto, che si sono contese la vittoria, davanti a poco pubblico, sul circuito ferrarese di Pomposa, che si è presentato con temperature poco elevate e nebbia la mattina della domenica, con cielo nuvoloso nel prosieguo della giornata.

Per il Piemonte sono scesi in pista Mauro Cucchietti (Honda – M.C. Drivers Cuneo), Marco Furega (Honda – di Verbania, iscritto ad un club lombardo, che è stato inserito nella squadra grazie al particolare regolamento, in cui è valida la città di residenza) ed il coordinatore regionale Gabriele Gianola (Honda – M.C. Vittorio Alfieri Asti).

La mattina della domenica c’era la nebbia, che ha lasciato l’asfalto molto umido, tanto che sia nelle libere, che nelle qualifiche, qualcuno ha addirittura montato le rain, in quanto la pista, già di per se molto difficile, era molto scivolosa.

La vittoria assoluta è andata alla squadra delle Marche, composta da Teo e Diego Monticelli e da Gioele Filippetti, tutti su moto TM, che si è aggiudicata il Trofeo delle Regioni Supermoto, precedendo Emilia Romagna “A”, di cui facevano parte Fabrizio Bartolini (Honda), Marzio Ravaioli (Honda) ed Alberto Moseriti (Husqvarna) e Veneto “A”, con Luigi Domenichini, Matteo Piva e Jacopo Marzaro, tutti in sella alle Yamaha.

I componenti della squadra piemontese, con Cucchietti e Landolfi, del M.C. Drivers Cuneo

E’ stata una bella gara, ma anche sfortunata per i portacolori della nostra Regione, che hanno concluso in ottava posizione, in quanto Cucchietti, migliore dei piemontesi, pur essendo partito con il sesto posto in griglia, ha dovuto cedere agli avversari in gara uno, concludendo nono mentre in gara due, dato il regolamento particolare, che prevede l’inversione delle posizioni di partenza per gara due, è partito dalla ventunesima posizione, risalendo sino alla decima piazza.

Furega, quando si trovava in buona posizione è caduto, mentre Gianola ha avuto un inconveniente alla moto. Bisogna però anche considerare che la squadra vittoriosa era composta da piloti di rango mondiale ed europeo, mentre anche le altre hanno presentato al via piloti molto forti.

“Ringrazio Gabriele Gianola per avermi convocato per questa importante manifestazione – ha riferito Mauro Cucchietti -, che ha visto al via piloti di tutto rispetto, alcuni dei quali di livello mondiale ed europeo. Peccato che alcuni inconvenienti ci abbiano rallentato. Sicuramente avremmo potuto fare di meglio”.

Nella gara della On Road, corsa esclusivamente sull’asfalto ed andata ad Emilia Romagna “A”, davanti a Toscana “A” e Veneto, la squadra piemontese, composta da Nico Grazioli (TM – M.C. Bellinzago) e Livio Landolfi (Honda – M.C. Drivers Cuneo), ha concluso in sesta posizione.

Dario Malabocchia

 

Pietro Mario Salusso è secondo a Misano Adriatico

Pubblicato: ottobre 14, 2019 da dariomalabocchia in Uncategorized

Il conduttore del Moto Club Drivers Cuneo era impegnato nel Trofeo Guzzi Vintage

Misano Adriatico (RN), 13 ottobre. Tra le undici gare in programma per il Misano Classic, disputate sul Misano World Circuit Marco Simoncelli, vi era pure quella di regolarità valida per il Trofeo Moto Guzzi Vintage, alla quale ha preso parte pure il centauro di Revello Pietro Mario Saluzzo, tesserato con il Moto Club Drivers Cuneo.

Pietro mario Salusso in una foto d’archivio

In una giornata gradevole, anche se non soleggiata, sono stati ben 475 i piloti che hanno gareggiato sul circuito romagnolo, che proponeva anche la prova unica del Campionato Europeo Vintage Endurance, disputato sulla distanza di quattro ore.

Il centauro di Revello è salito sul secondo gradino del podio della gara di Regolarità della Moto Guzzi Vintage, preceduto solamente dal laziale Valenza, lasciandosi alle spalle altri venticinque avversari.

Dario Malabocchia

AD ARIANNA BARALE IL MOTOSPORT 2019

Pubblicato: ottobre 2, 2019 da dariomalabocchia in Uncategorized

Busca, 29 settembre. Per la serie, quando la padrona di casa fa quel che vuole ed è quello che è successo domenica 29 settembre in occasione della 6ª tappa del Campionato Nazionale Motorsport; la giovane centaura di Borgo San Dalmazzo, invitata per l’occasione come wild car, ha dapprima conquistato la pole position, per poi dominare entrambe le gare.

Arianna Barale, vincitrice assoluta della categoria Mini GP

“ Non potevo chiedere di più: due bellissime vittorie, giro record per la categoria in questa pista, moto perfetta e una tifoseria davvero stupenda; una giornata davvero indimenticabile.” – dichiara una raggiante Barale. – “ Ora i miei pensieri vanno alla prossima stagione, anche se occorrono nuovi sostenitori perché per partecipare al Campionato Premoto3, primo passo verso il Campionato Mondiale moto3, occorre un budget davvero importante. Ringrazio ancora una volta gli sponsor che mi hanno permesso di gareggiare questa stagione: Valgrana, Merlo Industrie, Fantino Pulizie, LaFavorita Fish, Suomy, GBA, Saced, Tabaccheria 52 Cuneo, Mafalda, Circuito Internazionale di Busca, NoloPoint SimpleWedding, Studio Dentistico Anselmi, VulcanoTrasporti, StileLibero WelnessArea, Lubriservice, Tecniver, Oliva Cioccolato, McDrivers, parafarmacia Dott. Rivetti”.

Fabio Dutto. Addetto Stampa ARI41

Mi permetto di aggiungere che a Busca era presente anche il giovanissimo Umberto Chiarena, che ha staccato la licenza con il Moto Club Drivers solamente ad inizio estate, iniziando a prendere contatto con le piste. A Busca Umberto, al quale deve essere riconosciuto il suo impegno, si è classificato terzo nella categoria Stock della Mini GP.

Dario Malabocchia

Il giovane buschese del Moto Club Drivers Cuneo si è  piazzato terzo nella categoria Senior

Tra le tante gare disputate sul Misano World Circuit Marco Simoncelli di Misano Adriatico, era in programma anche quella riservata alla R3 Yamaha Cup, trofeo al quale era iscritto anche il giovane buschese del Moto Club Drivers Cuneo Alessandro Osenda.

Nelle prove libere del venerdì Osenda ha  fatto registrare un tempo di ben sei secondi inferiore a quello realizzato nel corso dell’ultima gara disputata sullo stesso circuito, per cui si appresta a disputare le manche di qualifica fiducioso.

Nel primo turno Alessandro si piazza ventidueesimo poi, al secondo giro del turno successivo, ha un contatto con un avversario, che lo spedisce fuori pista, dovendo ricorrere alle cure della Clinica Mobile mentre la moto necessita di cure molto più sostanziose, in quanto è abbastanza malconcia.

Primo piano di Alessandro Osenda, osservato da papà Roberto

Papà Roberto si mette alacremente al lavoro e riesce a sistemare la moto in tempo per il warm up, nel corso del quale sembra che la moto funzioni egregiamente.

Al via della gara Alessandro è carico, ed anche se parte dalla ventitreesima piazza, non si da per vinto, e riesce a recuperare tre posizioni già nei primi metri, poi continua il suo inseguimento riuscendo a sorpassare numerosi avversari nei giri seguenti, passandone uno proprio sotto la bandiera a scacchi e concludendo le sue fatiche in una buona quattordicesima posizione, che gli vale il terzo gradino del podio nella categoria Senior.

“Nonostante la caduta nelle qualifiche, che ha costretto mio padre Roberto a lavorare a lungo sulla moto – ha riferito Alessandro Osenda – sono contento del mio risultato, contando anche che sono al primo anno di gare. Ad inizio anno non mi sarei mai aspettato di salire sul podio a fine stagione. Ringrazio i miei genitori per la fiducia accordatami, soprattutto papà Roberto che mi ha trasmesso la passione per le moto, Podestà Impianti Torino, Ottica 10 decimi Cuneo, Moto Club Drivers Cuneo e la Signora Lilia Imani del Circuito Internazionale di Busca, che mi ospita negli allenamenti”.

Dario Malabocchia